Vendere frutta e verdura online biologica e a km zero

Vendere frutta e verdura del contadino online

Come vendere frutta e verdura online

biologica e a km zero

Modi e sistemi efficaci per vendere prodotti di frutta e verdura online

BIOLOGICA E A CHILOMETRO ZERO.

Scopri come vendere prodotti naturali su Internet

con o senza un sito web eCommerce

Sei un coltivatore diretto o un rivenditore di generi agroalimentari e vuoi vendere frutta e verdura online?

Hai un negozio o una bancarella e desideri aumentare le tue vendite aggiungendo altri sistemi?

Gestisci una cascina, una masseria o un agriturismo e vuoi far conoscere i tuoi prodotti a più persone e venderne in maggiore quantità?

Pomodori biologici da venduti online

Se hai risposto si ad almeno una di queste domande, la realizzazione di un sito web può essere la soluzione che fa per te (ma non è la sola e infatti in questo articolo te ne parlo).

Comunque sia, se stai pensando di vendere online i tuoi prodotti ortofrutticoli hai avuto un’ottima idea e stai per fare la cosa giusta.

Non sono io a dirlo ma le statistiche, basta infatti che fai qualche ricerca su Internet per accorgerti di quanto questo sia vero.

La vendita dei prodotti agricoli freschi online

Se fai una ricerca su Google troverai infatti che su Internet sono molti ormai i siti di ecommerce che si occupano esclusivamente di vendere frutta e verdura online.

In grande percentuale si tratta di prodotti agricoli biologici e a km zero. Sei sorpreso? Perplesso? Non dovresti esserlo, se è così cambierai idea continuando a leggere.

Oggi ti dirò infatti perché la tua è una buona idea, e soprattutto quali sono i modi e sistemi che puoi usare, come puoi farlo anche tu senza spendere un capitale bensì con un investimento proporzionato e oculato.

Prima però perdonami ma devo fare una premessa articolata.

La produzione agricola, le nuove generazioni, il supporto tecnologico

L’Italia è un Paese dove l’agricoltura e gli allevamenti hanno sempre avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo economico della nazione, e anche se per alcuni decenni l’industrializzazione ha allontanato le persone dalle campagne, ora stiamo assistendo ad un’inversione di tendenza.

Sono quindi nate (o rinate) aziende agricole gestite da giovani agricoltori che grazie al loro entusiasmo hanno creato importanti realtà, contribuendo sia al miglioramento dell’ambiente che quello degli stessi prodotti.

Vendere frutta e verdura del giovane contadino online

Un aiuto importante è arrivato dall’uso delle nuove tecnologie, non soltanto quelle tipiche del settore (nuovi trattori etc), ma anche da strumenti come computer, software e web.

La mia esperienza diretta con le aziende agricole del sud milanese

Personalmente vivo e opero nella provincia del sud milanese, all’interno del parco agricolo sud Milano, e ho fatto parte di un’associazione di promozione sociale che tra i suoi obiettivi aveva quello di incentivare le realtà rurali e agricole della zona.

La riscoperta delle cascine è moda, trend o una concreta opportunità di lavoro?

Grazie a questa esperienza ho potuto entrare in contatto con alcune di queste realtà, e posso dirti che sia le cascine che le aziende agricole gestite dai giovani, sono risultate mediamente in maggioranza.

Non solo. Infatti nonostante le ovvie difficoltà nell’intraprende un percorso di questo tipo (chi non ne ha?), riscuotono ampi consensi, e successi anche di tipo economico.

Cos'ha a che fare questo con il vendere frutta e verdura online?

Te lo starai chiedendo e la domanda è più che lecita.

In effetti c’entra molto, soprattutto con quello che anche tu potresti fare: realizzare un sito web ecommerce per vendere frutta e verdura online, come molti di loro hanno fatto con successo.

Il ruolo di Internet e della rete per le aziende agricole e i coltivatori diretti

Partiamo da due considerazioni.

Generalmente vendere e acquistare significa:

  1. Per chi vende, guadagnare e farlo in modo continuativo.
  2. Per chi compra, acquistare i prodotti migliori possibili cercando di risparmiare.

Bene, vendere e acquistare online è un sistema che permette entrambe le cose, se poi si tratta di vendere frutta e verdura online il vantaggio sia per il venditore che per il cliente è certo.

Entrambi infatti godono dei benefici in questo tipo di compravendita.

IN PRATICA

Con un sito web ecommerce il venditore aumenta le vendite e i propri guadagni perché ottiene ulteriori incassi, mentre il cliente ha la certezza di consumare prodotti di qualità superiore (buoni sani e freschi), più il vantaggio di risparmiare.

ALCUNI ESEMPI

Vantaggi per il produttore

  1. Programmazione dello stoccaggio delle merci.
  2. Calendario prestabilito delle consegne e organizzazione della distribuzione.
  3. Acquisizione di nuovi clienti diversamente non raggiungibili.
  4. Definizione del raggio di consegne e quindi previsione dei costi.

Vantaggi per chi acquista

  1. Ordina comodamente da casa,
  2. riceve la spesa a domicilio.
  3. Compra un prodotto che è più fresco e sano rispetto alla GDO.
  4. Risparmia sulla spesa grazie all’assenza di intermediari.

INOLTRE

Un’ultima cosa: un’attività di vendita online di frutta e verdura permette a un’azienda agricola di espandere la propria attività, far conoscere i propri prodotti, la propria cascina o agriturismo (dalle mie parti alcuni agriturismi vendono i loro prodotti agricoli anche online).

In pratica si pubblicizza a costi ridotti.

Questo è importante sopratutto a livello locale, dov’è fondamentale aumentare la diffusione del proprio nome legandolo ai propri prodotti di eccellenza.

Vendere frutta e verdura online biologica e a chilometro zero

Gli stimoli che hanno spinto i consumatori a scegliere un modo diverso di alimentarsi sono tra i più vari.

Da una maggiore coscienza dei problemi ambientali a motivi di eticità, piuttosto che di salvaguardia della propria salute o per un cambiamento nello stile di vita.

Ecco quindi che prodotti agricoli ritenuti di nicchia fino a poco fa, non sono più un’alternativa ma una scelta ben ponderata che fa riscoprire i produttori locali.

Il maggior consumo di frutta e verdura e di prodotti da allevamento di origine biologica è un segnale chiaro.

Vendere frutta e verdura online campo di grano

La stessa cosa vale per i prodotti a km zero a filiera corta.

Di questi viene incentivato il consumo anche da parte di organi governativi, che promuovono il consumo di frutta e verdura a chilometro zero da parte degli adolescenti.

Offerta e richiesta s'incontrano online

Quindi il consumo di questi prodotti non può essere più considerato una moda, bensì una scelta dettata da uno nuovo stile di vita, più sano ed etico.

Per questo molti produttori e coltivatori diretti hanno iniziato a vendere frutta e verdura online: il supporto e l’aiuto che può dare la rete nel diffondere il nome dell’azienda e a commercializzare i loro prodotti, è unico.

CONSIGLIO DI LETTURA

Vuoi capire quanto costa e come si realizza un sito ecommerce?

Leggi l’articolo: vendere con un ecommerce, quanto costa e come iniziare.

Agricoltura biologica e prodotti a km zero

Differenze e analogie nella loro vendita

La vendita dei prodotti biologici

La differenza principale che salta subito all’occhio tra frutta e verdura biologica e quella prodotta dal contadino a km zero, è che per produrre BIO bisogna avere delle certificazioni, mentre non è così per i prodotti della filiera corta.

Pesche biologiche vendute online con un sito

INFATTI

l’agricoltura biologica è regolata in tutti i Paesi nell’Unione Europea dal Regolamento CEE 2092/91 per le produzioni vegetali e dal 1804/99 per quelle animali.

Vendere i prodotti a chilometro zero

Diversamente i prodotti a km zero non necessitano di certificazioni particolari e a tutti gli effetti si possono produrre anche nel proprio orto di casa (con tutte le attenzioni del caso ovviamente).

Questo non significa che i prodotti a filiera corta siano di qualità inferiore rispetto a quelli classificati biologici, tutt’altro.

Come per ogni produzione agricola anche questi devono rispettare delle regole ferree: la loro particolarità è quella di essere venduti direttamente dal produttore.

Vendere frutta e verdura online accorcia la filiera

Saltando perciò i passaggi intermedi e accorciando i tempi della distribuzione, il prodotto che arriva sulla tavola del consumatore è più fresco e meno trattato da conservanti.

Inoltre il metodo di distribuzione a km zero favorendo il consumo di prodotti locali consente di recuperare il legame con il proprio territorio e il piacere di gustare le gastronomie locali.

Ciò che accomuna le due realtà (prodotti da agricoltura e allevamenti biologici e quelli a km zero), oltre ad una indiscussa maggiore qualità rispetto alle produzioni industriali, è che entrambe le categorie posso essere distribuite online.

L’uso del web e del sistema della vendita online di prodotti agroalimentari è un incentivo a questo tipo di commercio: accorcia infatti il passaggio del prodotto fresco arrivando direttamente sulla tavola del consumatore.

Principali sistemi per vendere frutta e verdura online

1) Vendere frutta e verdura online SENZA sito web

Veniamo FINALMENTE al punto e vediamo quali strumenti puoi utilizzare per vendere online i tuoi prodotti agricoli.

Come ho detto all’inizio non è indispensabile realizzare un sito web e-commerce per vendere frutta e verdura online, ci sono anche altre soluzioni. Una di queste sono i G.A.S. (gruppi di acquisto solidale).

Vendere online frutta e verdura coltivata in terreni biologici

NOTA:

Se non sai cosa siano i G.A.S. (puoi usarli sia per vendere i tuoi prodotti ortofrutticoli che acquistarli per tuo consumo), leggi sul loro sito come funzionano. Se sei interessato a diventare loro fornitore puoi scaricare il manuale PDF dove viene spiegato come fare.

L'esperienza degli alveari

Negli ultimi tempi (provenienza Francia), si è fatta conoscere una nuova realtà (con sito web collegato).

Sono gli Alveari e permettono ai produttori agricoli di vendere i propri prodotti presentandoli ai consumatori grazie all’uso di spazi messi a disposizione dai commercianti che aderiscono all’iniziativa.

In questo modo i produttori possono sia vendere direttamente o successivamente all’incontro, grazie ad accordi e consegne stabilite da ambo le parti.

Se vai sul loro sito (il link sopra), capirai meglio come funziona questo progetto che credo ti piacerà.

G.A.S. e Alveari sono due alternative alla possibilità di creare un proprio sito web ecommerce e ai marketplace che i produttori possono usare per vendere i propri prodotti di frutta e verdura online.

CONSIGLIO DI LETTURA

A proposito dell’uso dei marketplace potrebbe interessarti questo articolo: come vendere prodotti artigianali online.

Siti web dove vendere i tuoi prodotti di frutta e verdura online

Dopo tutto questo parlare vediamo chi ha già intrapreso questo percorso e ce l’ha fatta, chi ha fatto della vendita di frutta e verdura online un vero e proprio business, funzionante e redditizio.

É la stessa cosa che a breve potresti fare anche tu, per la tua attività e con gli stessi risultati. Perché di spazio nel web ce n’è davvero per tutti.

Come detto all’inizio (e se hai letto fino qui comincio con il ringraziarti per la pazienza), non è importante quale sia la tua realtà.

Che tu sia un agricoltore coltivatore diretto, il titolare di un’azienda agricola o di una cascina con prodotti anche non ortofrutticoli (derivati del latte o dalla macellazione), il gestore di un agriturismo o un negoziante al dettaglio, e perfino se la tua attività è principalmente nei mercati rionali, usare la tecnica di vendere online è un modo molto efficace per aumentare i tuoi guadagni.

Sarai in buona compagnia

Ecco quindi alcuni dei siti web che vendono online prodotti ortofrutticoli e che puoi prendere ad esempio, o con i quali puoi avviare una collaborazione iniziando a vendere online la frutta e verdura che produci.

Come vedi alcuni di loro sono molto conosciuti, hai quindi materiale a sufficienza per vedere cosa e quanto si può fare creando un sito web ecommerce, accompagnato da una strategia comunicativa realizzata su misura.

2) Vendere frutta e verdura online CON un sito web

Crea un sito eCommerce per vendere la tua frutta e verdura online

Innanzitutto devi guardarti intorno e comprendere quali sono i tuoi REALI concorrenti e come puoi posizionarti in una ipotetica classifica rispetto a loro.

Per far questo ti serve un’analisi preliminare.

Pensare di competere con siti e marchi famosi presenti in rete da tempo, è pura illusione, ed è anche il motivo principale per il quale molti falliscono.

Obiettività e concretezza saranno quindi necessari per realizzare un’esperienza di vendita online che sia di successo.

Vendere frutta e verdura online attraverso la pubblicità

Strumenti a disposizione per vendere frutta e verdura online

Cosa fare e come organizzarsi per vendere con un sito

Dal punto di vista pratico se non l’hai mai fatto prima, ti servirà imparare a gestire la catena del freddo.

Mi spiego: per consegnare i tuoi prodotti nelle migliori condizioni possibili e in breve tempo (soddisfacendo quindi il cliente), avrai bisogno di trovare corrieri che effettuano consegne con i camion frigo.

Assicurati che siano affidabili e con esperienza al riguardo, perché è una delle criticità principali.

Ti servirà poi un sistema di gestione degli ordini diverso da quello che hai usato finora in quanto adesso vendi sul web.

Dovrai organizzare la logistica (lo stoccaggio dei prodotti per esempio), pensando anche ai quantitavi venduti online.

Fai sapere che vendi i tuoi prodotti agricoli anche online

Ora che hai il tuo sito web ecommerce e ti sei organizzato al meglio, devi farlo conoscere.

La fase successiva, delicata e fondamentale per riuscire a vendere frutta e verdura online, è quello della comunicazione.

Fai sapere a tutti che possono acquistare i tuoi prodotti con un semplice ordine sul tuo sito web.

Un aiuto concreto possono dartelo i social network, ma fai molta attenzione a come li usi.

A chi vuoi comunicare che è possibile acquistare i tuoi prodotti sul web? Suppongo a quante più persone possibile.

Non dimenticare però che i tuoi prodotti sono diversi da quelli della grande distribuzione.

Concentra gli sforzi iniziali sul tuo territorio

Non puntare a vendere tutto ovunque e a chiunque, ma concentrati su uno specifico raggio di chilometri.

Almeno inizialmente, punta sul tuo territorio.

In questo modo i tuoi prodotti saranno consumati sempre al meglio e grazie al passaparola potrai ottenere altri ordini e il tuo nome sarà più conosciuto.

A questo punto potrai pensare più in grande, ad espanderti.

Mostrarti online ti permette di farti conoscere e vendere

Dicevo della comunicazione: è punto essenziale per vendere online qualsiasi prodotto.

Non pensare di creare un sito web ecommerce e vendere automaticamente solo perché hai l’ecommerce di frutta e verdura più bello del web, chi l’ha detto?

La tua agenzia? I tuoi amici? Qualche cliente a cui hai dato l’indirizzo web per visitarlo?

Se ti basta arrivare ai soliti clienti ok, ma allora perché mai realizzare un sito web ecommerce se ti accontenti di questo?

Ecco cosa intendo: per ottenere dei buoni risultati di vendita online dei tuoi prodotti, devi creare una comunicazione online che ottenga almeno questi tre risultati:

  1. Trasmetta il messaggio al tuo pubblico.
  2. Ti presenti come azienda di eccellenza nel proprio settore.
  3. Convinca ad acquistare i tuoi prodotti.

Come puoi raggiungere questi obiettivi?

I social network, strumenti di strategia comunicativa

Programma la pubblicazione di articoli, post e pubblicità: crea un piano editoriale.

Per farti conoscere su Internet devi creare delle strategie, utilizzare i canali più adatti (social network e invio di e-mail sono due possibilità), creare contenuti di valore usando il linguaggio più adatto in quel canale.

Si lo so non è semplicissimo, la nostra agenzia web per esempio si affida a collaboratori che sono esperti professionisti della comunicazione, ognuno nel proprio settore.

CONSIGLIO DI LETTURA

Vuoi qualche consiglio per pubblicizzare gratuitamente il tuo sito ecommerce?  Leggi l’articolo come pubblicizzare un sito gratis.

SE NON VUOI FALLIRE SUBITO

SCEGLI CHI FA PER TE E NON IL FAI DA TE!

Qualcuno a dire il vero ci prova, con il fai da te.

Apre profili sui alcuni social e inizia a pubblicare, senza nessun tipo di programmazione e senza un vero piano editoriale, convinto che utilizzare i social network per un’attività commerciale non sia differente da come si fa di solito.

L’uso dei social per vendere un prodotto online è invece ben diverso da quello che viene fatto normalmente.

Chi adotta questa tattica però non lo sa (oppure è mal consigliato), e inevitabilmente commette degli errori.

La conseguenza è che l’attività invece di essere incentivata correttamente viene danneggiata, rendendo poi complicato rimediare per promuoverla efficacemente.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accetto la Privacy Policy