Guida seo per posizionarsi su Google

Come posizionare un sito web con la SEO offpage

Posizionare un sito web per essere visibili su Google

Dopo aver descritto in un precedente articolo la SEO onpage e le attività che permettono di ottimizzare le pagine di un sito, oggi ti parlo di come posizionare un sito web grazie all’uso della SEO offpage.

Con questi due articoli hai quindi a disposizione le basi necessarie per posizionare un sito con le risorse della rete, cioè tutto quello che ti serve sapere per migliorare il posizionamento del tuo sito su Google.

SEO offpage per posizionare un sito web

Nell’articolo linkato qui sopra il tema è quello della SEO onpage e contiene i punti principali e le tecniche essenziali che descrivono come posizionare un sito web e le sue pagine, in particolare come ottimizzarne i contenuti.

Oggi a completamento di questo percorso parlo della SEO offpage e di come posizionare un sito web  con le sue attività.

Come puoi intuire dal nome (offpage) si tratta di attività eseguite all’esterno del sito e che non riguardano quindi i suoi contenuti.

Per raggiungere un buon posizionamento nei motori di ricerca devi usarle entrambe, è infatti il modo migliore per ottenere la massima visibilità possibile online.

La SEO offpage spiegata in due parole

Brevemente, la SEO offpage è una serie di attività che hanno lo scopo quello di aumentare la notorietà e la fama del prodotto o del marchio che è al centro del progetto, e che il sito rappresenta.

Per raggiungere questo risultato devi innanzitutto ottenere dei backlinks da altri siti. Sai cosa sono i backlinks?

Il backlink è la prima forma di riconoscimento che devi ottenere per posizionare un sito web, ma dev’essere ottenuto in maniera natuale (più avanti ti spiego cosa intendo).

In un certo senso si potrebbe dire che tutte le attività della SEO offpage si riducono all’ottenimento di backlinks. Non è esattamente così ma anche di questo te ne parlo dopo.

Posizionare un sito con la seo offpage

Perché usare la SEO offpage per posizionare un sito web

La risposta è in parte già contenuta in quello che ho appena scritto (ottenere backlinks, quindi riconoscimenti dagli altri).

Aggiungo che senza SEO offpage la faticosa realizzazione dei tuoi contenuti difficilmente si tradurrà in successo, e la posizione delle tue pagine nei motori di ricerca rischia di essere piuttosto bassa.

Per comprendere come posizionare un sito web è innanzitutto necessario convincersi che creare un sito e pubblicarlo online, per quanto sia ben fatto, non basta a dargli visibilità.

Per avere la visibilità necessaria ad un posizionamento di tutto rispetto i contenuti devono essere portati a conoscenza del pubblico, nel modo migliore e nei canali più appropriati.

Mi spiego: mettere online un sito web e aspettare che qualcuno lo trovi e clicchi sui tuoi link è pura illusione, aspetterai per sempre.

Se non ti attivi con delle specifiche attività di SEO offpage per affiancarle a quelle di SEO onpage, non ti troverà nessuno.

Io per esempio, ricevo a volte richieste di consulenza per posizionare siti web che hanno poca visibilità, nonostante siano stati fatti investimenti per l’ottimizzazione onpage di tutto rispetto.

Come posizionare un sito web con i social network

Fenomeno assoluto del web degli ultimi 20 anni sono i social network.

É sotto gli occhi di tutti quanto il loro uso abbia modificato le abitudini delle persone nel mondo.

Anche il mondo del lavoro ha percepito questi cambiamenti e una delle conseguenze più evidenti è stata la nascita di nuove figure professionali.

I social network e la seo offpage

Tra queste, una delle figure emergenti che ha avuto maggiore impatto è quella del social media manager (SMM).

Per l’ottimizzazione di un sito web lato SEO offpage e quindi per il suo posizionamento, l’SMM ha infatti un ruolo fondamentale.

É il professionista che grazie all’esperienza e ad un uso appropriato dei social nework trasmetterà il tuo messaggio a potenziali clienti.

I social network possono quindi essere sicuramente definiti la punta dell’iceberg degli strumenti della SEO offpage, e senz’altro uno dei più efficaci per posizionare un sito su Google.

SUGGERIMENTO

Come al solito anche in questo caso le donne si distinguono sempre nei nuovi lavori, una delle più brave SMM che voglio citare è Paola Ciccarelli, di Roma.

Puoi fare la sua conoscenza leggendo un’intervista che ha rilasciato recentemente.

Per posizionare un sito non esagerare con l'ottimizzazione

Torno un attimo al discorso dei backlinks e a quanto detto prima, perché in una strategia SEO utile a posizionare un sito web sono un argomento fondamentale.

Il backlink naturale, com’è logico che sia, è il più alto riconoscimento che si possa ottenere dalla rete.

Purtroppo nel recente passato la strategia di creazione di backlink artificiali che alcuni sviluppatori di siti web hanno adottato ha fatto sì che i motori di ricerca cambiassero la loro considerazione.

Conseguenza di ciò è stata una modifica degli algoritmi di analisi, scelta che ha messo in difficoltà tutti coloro che fino a quel momento avevano fatto dell’eccesso di ottimizzazione la propria strategia principale.

Da allora hanno dovuto prestare maggior attenzione nel creare contenuti di valore reale, nonché svolgere alcune attività mai usate prima, sia per far conoscere i propri lavori (attività di cui ti parlo più sotto), sia per non essere penalizzati.

Il risultato finale sono le SERP attuali, sicuramente più in linea con le reali ricerche degli utenti.

NOTA

É quindi SCONSIGLIATO creare backlink artificiali o acquistarli, sopratutto quando questi sono di dubbia provenienza.

Come posizionare un sito web senza farsi penalizzare

5 cose da fare per essere presenti nei motori di ricerca

Un breve riassunto di 5 punti su cosa fare lato SEO offpage per posizionare un sito web.

  • Crea baclinks naturali.
  • Costruisci il tuo brand.
  • Incontra le persone, partecipa agli eventi.
  • Usa i social network.
  • Fai guest blogging.

Leggendo quanto segue non solo capirai come agire in proposito, ma potrai anche renderti conto di quanto lavoro è stato fatto nei siti web che trovi ora ai primi posti di Google.

1. Crea baclinks naturali alle pagine del tuo sito web

Logica conseguenza di quanto ho detto fin’ora, non mi dilungo oltre perché quello che c’era da dire l’ho già detto.

Brevemente: conquista la fiducia e otterrai i backlinks di valore che spingeranno in alto il tuo sito.

Come posizionare un sito web con i backlinks

2. Costruisci il tuo brand, la tua immagine pubblica

Devi essere riconoscibile e unico per essere conosciuto e riconosciuto, per questo devi prestare attenzione anche ai minimi particolari.

Una delle cose che presumibilmente accompagnerà la tua attività per un po’ di tempo se non per sempre, è il logo ad esempio.

Creane o fanne creare uno che non somigli a nessun altro, devi distinguerti.

Come posizionare un sito web creando un brand

3. Sii attivo, incontra le persone e partecipa agli eventi

É importante anche la partecipazione attiva in tutte quelle manifestazioni dove sono presenti altri professionisti del tuo settore.

Questo aiuta moltissimo nel branding e ovviamente a farsi conoscere.

Gli eventi e le occasioni non mancano mai, partecipare significa avere interesse nel conoscere altri professionisti o aziende vicine alla tua e con i quali stringere collaborazioni.

Come posizionare un sito web partecipazione workshop

4. Usa le risorse dei social, entra nei gruppi e aiuta gli altri

Come detto i social network possono essere la tua arma vincente, lo strumento SEO offpage di punta nella tua strategia di posizionamento sul web.

É possibile partecipare attivamente in gruppi che trattano gli argomenti  di tuo interesse: ce ne sono tantissimi e sicuramente molto validi anche nel tuo settore.

Come posizionare un sito web social media

Partecipare alle discussioni in modo costruttivo dando risposte e consigli utili a chi cerca un aiuto, è un buon sistema per far conoscere le proprie competenze ed essere apprezzati.

Se poi hai tempo e voglia puoi creare un tuo gruppo, con Facebook ad esempio è piuttosto semplice e può darti ottimi risultati di visibilità.

5. Fai guest blogging, ovvero scrivi buoni articoli in altri blog

Fare guest blogging significa scrivere post originali nei blog di siti web che hanno attinenza con il tuo e con la tua attività.

E’ una pratica molto usata e dai doppi benefici.

Perché se da un lato aiuta a posizionare un sito web permettendoci d’inserire un articolo firmato con il nostro nome e un link ad una pagina del nostro sito, il sito ospitante ha il vantaggio di avere un contenuto in più che lo aiuterà ad aumentare la propria visibilità.

Usare il guest blogging per posizionare un sito

Si tratta quindi di un’attività win-win, dove entrambi i protagonisti hanno da guadagnare qualcosa, per questo sempre più diffusa e ricercata.

Se fai una ricerca online troverai sicuramente più siti web e blog disposti a pubblicare i tuoi articoli.

Perciò se ti piace scrivere, lo sai fare bene e vuoi far conoscere le tue competenze, questo sistema è ottimo per fare SEO offpage.

Hai vantaggi di vario tipo e aiuta il tuo sito a posizionarsi.

Come posizionare un sito web con la SEO offpage

Conclusioni

In questo articolo ho parlato di tecniche utili per posizionare il tuo sito web o blog nei primi posti delle pagine di ricerca di Google, in pratica come posizionare un sito web con attività di SEO offpage.

Più volte ho sottolineato quanto sia importante collaborare e condividere, sia in rete che attraverso rapporti diretti, e di quanto sia utile creare una propria rete con persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Non temere di condividere le tue esperienze e di parlare agli altri di quello che sai, la disponibilità e l’atteggiamento a far partecipi le persone delle proprie conoscenze è uno dei principi di Internet, così come il concetto stesso di condivisione è alla base dell’esistenza della rete.

Chiedi informazioni, una consulenza o un preventivo

La nostra web agency è specializzata nella realizzazione di siti web professionali e nel loro restyling, in attività di indicizzazione, posizionamento SEO e web marketing.

Perciò se hai bisogno di un intervento sul tuo sito, devi realizzarne uno nuovo o vuoi fare pubblicità sui social network e nei motori di ricerca, contattaci.

Se desideri un preventivo o una consulenza, compila il modulo online.

Articoli simili

3 Commenti

  1. L’ articolo è ben scritto ed intuitivo. Visto che ci sono, per non dimenticarmi… Vorrei un parere su un problema che riscontro da molto tempo e non ho ancora ricevuto una risposta. Spero in tuo aiuto, grazie! Ho notato che la maggior parte dei miei articoli si trovano nella sezione (Verbatim) di Google. Il problema è che rimangono lì, ma non sono su Google direttamente. Come possono gli utenti vedere il mio articolo, se si trova in quella sezione? Mi piacerebbe capire il motivo del perchè succede questo, in modo da annientarlo in futuro. Spero in una risposta… Grazie ancora!

    1. Ciao Kyle e grazie per il tuo commento.

      Riguardo la domanda che fai posso dirti che non è vero che sei presente su Google soltanto con l’opzione Verbatim, ma sei indicizzato anche “normalmente”.
      Per verificare scrivi nella barra degli indirizzi del tuo browser il comando site: seguito dall’indirizzo del tuo sito, senza inserire spazi vuoti. Il fatto che non trovi i tuoi articoli posizionati invece, dipende dal fatto che probabilmente non sono ottimizzati. Aggiungo che da quel che si sà, purtroppo questo è il prezzo da pagare per i siti web con dominio di terzo livello, e il tuo lo è, infatti nel tuo caso si tratta di un sottodominio di Altervista.
      Quello che posso consigliarti è quindi di provvedere in tal senso e acquistare hosting e dominio personali, quindi trasferire tutto e ottimizzare i tuoi contenuti.
      Ciao, e buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto la Privacy Policy